RASSEGNA STAMPA

  • Error
  • Corriere.it
  • Error
  • 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
  • 060608.it > Eventi e spettacoli > Visite guidate e didattica

RSS Error: WP HTTP Error: cURL error 60: SSL certificate problem: certificate has expired

Oggi comitato in Prefettura per mettere a punto il piano sui controlli per green pass e mascherine. Corsie a doppio senso a piazza del Popolo. Pronti i controllori Atac che potrebbero essere affiancati da poliziotti e carabinieri
Nonostante la comunicazione appaia anche sui cartelli elettronici all’ingresso del comune balneare, molti ancora ignorano l’ordinanza emanata dal sindaco, Esterino Montino, alla mezzanotte di sabato per arginare l’aumento dei contagi
Claudia Alteri, docente di Microbiologia clinica e ricercatrice al Bambino Gesù nell’area di Medicina multimodale: «Avevamo pronta la mappa della Delta. Poi è arrivata la notizia di Omicron e abbiamo elaborato la variazione»
Chiesta la lista del volo dal Sudafrica arrivato a Roma l’11, tamponi sequenziati dallo Spallanzani. Dopo Fiumicino, anche il sindaco ai Castelli ha firmato l’ordinanza, esecutiva dal 29 novembre
All’Angelus Francesco è tornato a lanciare un appello per «quelli morti nel Canale della Manica, quelli al confine della Bielorussia, molti dei quali sono bambini, di quelli che annegano nel Mediterraneo»
La bambina è stata imbarcata a Lamezia Terme sul Falcon 900 militare. Il volo sanitario ha portato a Ciampino anche un’equipe medica dell’ospedale di Locri, che ha accompagnato la piccola paziente all’Umberto I
Potrebbero essere varati già domani nel corso del vertice in Prefettura sulle misure da adottare dopo il nuovo decreto del governo. Pattuglie pronte a salire a bordo per verifiche a campione anche su metropolitane e treni locali
Poliziotti e carabinieri in azione già sabato pomeriggio per canalizzare gli afflussi nelle zone dei negozi. Chiuso il «Bar del Fico», anche per irregolarità sulla sicurezza, insieme con un altro locale e una discoteca abusiva all’Esquilino
Trasferta a Milano per l’appuntamento di Confindustria che vede coinvolta UCBM in tre incontri sui temi della sostenibilità, circular economy e tecnologie innovative per la salute. E la spin-off di UCBM è tra i vincitori della call di «Connext»
Non parliamo della congiuntura generale del settore ma dei cambiamenti strutturali a cui stiamo assistendo e che, con alta probabilità, ci ritroveremo anche quando l’epidemia sarà debellata
La polizia ha arrestato un ragazzo romano che sotto effetto di alcol molestava gli altri avventori di un ristorante del centro. La storia postata su Facebook dai responsabili del «Viecce». Ferito anche il cuoco intervenuto per soccorrere il principale
La manifestazione organizzata dalla rete «Non una di meno» per rilanciare il tema dei diritti femminili
I due quattordicenni pontini insigniti per la loro esemplare vicenda di amicizia e integrazione. Con loro anche la tredicenne di Rieti Benedetta Petrongari e la 18enne Giulia Galieti, studentessa del liceo cinetelevisivo Rossellini di Roma
I ragazzi avevano preso possesso dei locali in contrasto con la presidenza. Tolto lo striscione dalla facciata dell’edificio in via Fonteiana e chiuso il cancello d’accesso. In mattinata c’era stata un’assemblea degli studenti. Sopralluogo della polizia
Sul destino delle ex caserme di via Guido Reni la presidente della Fondazione si rivolge a Gualtieri: «La decisione spetta al Campidoglio, noi pronti a collaborare come partner»

RSS Error: A feed could not be found at `https://www.atac.roma.it/function/rss_news.asp`; the status code is `200` and content-type is `text/html; charset=utf-8`

da 17/12/21 a 13/03/22

Galleria d'Arte Moderna di Roma Capitale

In mostra le nuove realtà dell’arte di domani dai quartieri periferici della città. Un progetto espositivo sperimentale composto da un’indagine critica sull’arte contemporanea a Roma. L’obiettivo è quello di riuscire a valorizzare le componenti creative locali del XXI secolo mediante una selezione accurata e identitaria della nuova arte della Capitale.  

da 07/12/21 a 13/03/22

Museo di Roma - Palazzo Braschi

Un’esposizione fotografica e didattica per testimoniare e prevenire la violenza contro le donne, che descrive le storie, gli sguardi, i gesti e gli spazi di chi ha vissuto e subito esperienze di violenza domestica. Realizzata dal “Cortile dei Gentili” e dalla Consulta femminile del Pontificio Consiglio della Cultura.

da 12/12/21 a 10/01/22

Teatro Villa Pamphilj

Creazioni uniche di Maria Letizia VolpicelliArazzi, cappelli, collane e borse in mostra

Se un filo si ingarbuglia c’è chi prende le forbici e spazientito taglia e chi invece con santa pazienza riesce a trovare il bandolo dell’intrico. Io sono tra quest’ultimi, anzi trovare il bandolo è per me un gioco e una volta arrivata a districare il groviglio, intreccio nuovamente il filato seguendo questa volta un mio disegno e una mia logica. Lo sottometto ed il filo si trasforma in manufatto: arazzo, collana, borsa, sciarpa, cappello. Destreggiarmi con i filati di: carta, lana, metallo, cotone e con i colori, è un’esperienza che mi affascina e mi spinge ad una continua sfida.

da 11/11/21 a 19/12/21

Teatro Tor Bella Monaca

a cura di Ludovica Minciotti

Semplicemente donna è una serie di fotografie che cercano di rappresentare l’universo femminile.

Partendo dalla frase tratta dal Talmud: La donna uscì dalla costola dell’uomo, non dai piedi  per essere calpestata, non dalla testa per essere superiore ma dal lato, per essere uguale, inizia un viaggio fotografico su cosa significa essere donna all’interno della nostra società. La condizione della donna è stata spesso caratterizzata nel corso della storia da una situazione di inferiorità, sia dal punto di vista sociale che giuridico, ed è stata sempre considerata esclusivamente come angelo del focolare. La donna non è, e non vuole, essere considerata solo con questa accezione e il titolo scelto rappresenta a pieno questa necessità di essere  semplicemente se stessa.

Paura, povertà ma anche bellezza e sogni, che ritroviamo negli sguardi delle donne ritratte.

da 26/11/21 a 07/01/22

Galleria Gallerati

Una mostra che invita a entrare nel flusso creativo dell'artista e nella sua visione del mondo. Un contributo video, trasmesso in loop in galleria, ce li fa rivivere col suo particolare modo di esprimersi che trasforma le parole in immagini. Natural Abstractions si sviluppa intorno al tema del rapporto uomo-natura, binomio caro all'artista. La mostra racconta i moti dell’animo che si replicano all’infinito, per poi esplicitarsi in tutta la loro poesia e gonfiarsi di materia della Madre Terra.

A cura di Sarah Palermo

da 25/11/21 a 27/03/22

Villa Borghese Parco di Culture

La rilettura del mito di Dafne e Apollo nell’installazione dell’artista Guido Iannuzzi.Daphne is back è esposta dal 25 novembre in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, all’interno del Tempietto di Diana di Villa Borghese che si trova a poche centinaia di metri dalla statua del Bernini che rappresenta il mito classico da cui l'opera trae origine.L’opera è una sorta di sequel concettuale del mito tradizionale di Dafne e Apollo che viene reimmaginato e attualizzato.L’opera ferma esattamente il momento in cui le due frecce in piombo e in oro, che avevano dato avvio al mito classico, si incontrano facendo smaterializzare la pianta di alloro che aveva protetto, imprigionandola, l’essenza di Dafne. La ninfa sparisce alla vista degli astanti essendo tornata alla sua piena libertà, rimangono ancora, per pochi attimi, solo le foglie di alloro che aleggiano in espansione nell’aria come unico riverbero ed eco del precedente stato assunto da Dafne.

da 16/11/21 a 30/11/21

MuCiv - Museo delle Civiltà

15 ritratti di sopravvissute alle violenze, donne coraggiose impegnate in prima linea per contribuire alla trasformazione dell’attuale cultura di discriminazione e violenza in una cultura di rispetto dei diritti umani.L’iniziativa si inserisce a pieno titolo nella mission del Museo delle Civiltà che promuove incontri, conferenze, progetti didattici e corsi di formazione volti a combattere la discriminazione, il razzismo, la violenza.La mostra è promossa da Stop Rape Italia (Campagna Italiana contro lo stupro e la violenza sessuale nei conflitti), con cui il Museo ha già collaborato in passato, la Dr. Denis Mukwege Foundation e la rete SEMA (Global Network of Victims and Survivors to End Wartime Sexual Violence) e vuole sensibilizzare il pubblico sul tema della violenza sulle donne e su come questa possa diventare uno strumento di guerra, quando stupro e violenza sessuale vengono impiegati come arma durante i conflitti.Le testimonianze delle sopravvissute evidenziano il coraggio, la forza e la resilienza all’orrore dei crimini commessi contro di loro.La mostra è accompagnata dalla proiezione di video gentilmente offerti dalla rete delle sopravvissute SEMA (Global Network of Victims and Survivors to End Wartime Sexual Violence).

da 24/12/21 a 24/01/22

Galleria Richter Fine Art

Mostra collettiva con i lavori di Grgur Akrap, Loren Erdrich, Katarina Janeckova, Jay Miriam, Marlon Wobst.L’ispirazione che dà vita alla mostra e al titolo della collettiva si riferisce a un documentario su Mary MacLane, scrittrice americana, soprannominata Wild Woman of Butte. Era considerata selvaggia e fuori controllo, una reputazione che lei stessa nutriva, fervente femminista, dalla sessualità fluida e libera, divenne molto popolare scandalizzando i lettori con le sue prime memorie, dando vita a un vero best seller.

Between my flesh and world’s fingers si propone di mostrare il lavoro di artisti e artiste che affrontano l'intensità della spontaneità e la bellezza dell'imprevisto. Nonostante le differenti modalità d’approccio e le diverse ricerche personali, i cinque artisti, appartenenti tutti alla generazione degli anni ‘80, sono guidati dall’urgenza di trasmettere una visione comune. Cinque artisti molto diversi tra loro, ma accomunati da un medesimo sentire: che la pittura si intreccia con il mondo, dalla cui carne essa esplode, proprio come vi si intreccia il corpo vivente e percipiente dell’artista.

da 17/11/21 a 30/01/22

La Galleria Nazionale d'arte moderna e contemporanea - La Galleria

Mostra a cura di Giorgia Calò e Alessandra Troncone

Questa mostra restituisce i frammenti di un corpus di opere molto articolato e di una vita intensa, piena, operosa e devota all’arte. Racconta di un’artista che ha detto la verità, in modo olimpico, animale senza illusioni, con ferocia e con determinazione, quella che ha speso nelle lotte dei suoi incubi (sempre definiti sogni) e quella che ha profuso per plasmare la materia, dura come quella della pietra e del palissandro o tenera come l’argilla o la pasta di colore sulla tela. La figura di Antonietta Raphaël (Kaunas 1895 – Roma 1975), l’artista di origini lituane esponente di spicco della Scuola romana, viene raccontata attraverso dipinti, sculture e opere su carta, accompagnati da documenti, fotografie di famiglia, lettere e pagine dei suoi diari. Completa l’esposizione una selezione di opere di Mario Mafai – compagno di una vita – unitamente a un video documentario inedito realizzato per la mostra.Attraverso lo specchio allude all’attitudine di Raphaël a trasformare la pratica artistica in uno strumento di indagine sul proprio mondo interiore, ed evoca dimensioni oniriche e immaginifiche in cui la figura femminile è protagonista. Lo specchio, inteso come autorappresentazione, sdoppiamento, soglia da attraversare, diventa quindi il filo conduttore di un percorso che esplora la ricca produzione dell’artista, con una serie di nuclei tematici individuati dalle curatrici. L’autoritratto, pratica che segna tutta la produzione di Raphaël e mette al centro il tema dell’identità esplorata dall’artista attraverso il racconto di sé. Numerosi autoritratti la vedono all’opera con gli strumenti da lavoro, come Autoritratto con tuta blu degli anni Quaranta che introduce lo sguardo alternativo dell’artista sul suo lavoro e sulla scultura.Femminilità e maternità, concetti-chiave ricorrenti nell’opera dell’artista, che più volte nei suoi scritti accomuna la donna a Dio per la capacità di creare qualcosa dal nulla, e che ritornano in chiave più strettamente autobiografica nei ritratti dedicati alle figlie Miriam, Simona e Giulia, le Tre sorelle a cui è dedicata la scultura omonima del 1936, parte della collezione della Galleria Nazionale.Le origini ebraiche, altra grande presenza nel lavoro dell’artista, tema di numerose opere che offrono nuovi spunti sulla rappresentazione femminile in particolare attraverso le figure di Giuditta e Tamar: eroine bibliche, donne indipendenti e volitive, in grado di declinare grazia e bellezza in forza e combattimento e di sovvertire con le loro azioni un contesto dominato da logiche patriarcali.Infine, uno sguardo all’entourage dell’artista. Una sezione della mostra esplora i rapporti di Antonietta Raphaël con figure e personalità cruciali della sua epoca: gli artisti Giacomo Manzù, Renato Guttuso, Katy Castellucci, Helenita Olivares, ma anche mecenati e collezionisti che hanno sostenuto la sua pratica. La narrazione della mostra si intreccia così con la struttura aperta e permeabile di Time is Out of Joint, stabilendo connessioni con opere e artisti della collezione della Galleria Nazionale e suggerendo nuove letture dell’opera di Antonietta Raphaël.Promossa in collaborazione con l’Istituto Lituano di Cultura e l’Ambasciata di Lituania in Italia.Patrocinata dal Primo Ministro di Lituania Ingrida Šimonytė.

da 25/11/21 a 11/12/21

Canova22

Comunione col fuocoIl segno della poesia

Dai versi di Luciana Frezza alle opere grafiche di Maria Pina Bentivenga, Elisabetta Diamanti e Natalia Lombardo

Comunione col fuoco è la rappresentazione ideale e plastica della relazione che si è accesa fra le tre artiste Maria Pina Bentivenga, Elisabetta Diamanti e Natalia Lombardo, i versi della poetessa Luciana Frezza e lo spazio, circolare e intimo, della Antica Fornace del Canova, nel quale il grande scultore cuoceva i suoi bozzetti in terracotta.Il fuoco è dunque presente nella memoria del luogo, nei mattoni rossi o nello sfiatatoio alla sommità, ma è anche la fiamma poetica che ha mosso l’esistenza di Luciana Frezza, tanto da chiamare così una delle sue prime raccolte di versi sul finire degli anni ‘40, quando era poco più che ventenne. E un filo rosso fuoco percorre anche l’installazione realizzata insieme dalle tre artiste con i pannelli di carta da acquarello lunghi quasi cinque metri. Grandi stendardi che si srotolano dall’alto in una festosa manifestazione creativa, idealmente esposti al vento come in un’antica cerimonia orientale. Qui segno e parola si uniscono, appunto, in una comunione, perché ogni artista ha scelto una o più poesie di Luciana Frezza a cui ispirarsi.Così i versi, che siano fluide strofe ricomposte nell’opera, frammentati nel ritmo metrico o scomposti in lettere danzanti sul campo visivo, hanno preso per mano le tre artiste, o viceversa, lasciando sulla carta un segno personalissimo in ogni lavoro. Anche la tecnica prevede l’unione fra diversi linguaggi, dalla libertà della china alla meditativa incisione stampata su carta giapponese, dal collage all’acquarello, dalla penna al graffio.

da 20/11/21 a 03/12/21

Medina Roma

Mostra di arte contemporanea che presenta progetti individuali e collettivi creati da artisti internazionali affermati ed emergenti. L’edizione del 2021 vuole essere un’occasione di scambio diretto di idee e contatti tra collezionisti, artisti, fotografi, designer e altre professionalità del mondo dell’arte, e verranno presentate opere di pittura, scultura e fotografia, insieme ad installazioni, performance dal vivo e lavori di video arte.

da 04/12/21 a 06/03/22

Auditorium Parco della Musica

A cura di Antonello Tolve Un momento incustodito (An Unguarded Moment) è la mostra antologica di Adrian Tranquilli nell’Auditorium Garage – il rinnovato spazio espositivo di oltre 1000 mq che la Fondazione Musica per Roma dedica all’arte contemporanea – che torna ad esporre nelle istituzioni pubbliche della Capitale dopo diversi anni di assenza, presentando per l’occasione oltre cinquanta opere attraverso un percorso inedito, fatto di installazioni ambientali di forte impatto visivo.  Il progetto, inoltre, mette per la prima volta in risalto l’importante ruolo che la musica gioca nella produzione dell’artista romano.  La mostra è ideata e organizzata da Musica Per Roma, con il patrocinio della Regione Lazio.    

da 20/11/21 a 05/02/22

Gagosian Gallery

FUTURE PRESENTmostra di nuove sculture e collage di Sterling Ruby in cui l’artista riflette sul tema dell’ inquinamento ambientaleAlla sua prima mostra presso la galleria di Roma, Ruby ha già esposto nel 2013 in città al Museo d’Arte Contemporanea Roma (MACRO) e alla Fondazione Memmo.

Attraverso una produzione che comprende scultura, ceramica, pittura, disegno, collage, video e tessuti, Ruby dialoga con la storia dell’arte, il potere istituzionale e la sua stessa autobiografia. Contrapponendo linee pulite e oggetti riconoscibili a forme grezze e misteriose, l’artista demolisce l’estetica convenzionale analizzando la struttura sociale contemporanea. La pratica scultorea di Ruby si ispira anche alle tradizioni artigianali del cucito e della lavorazione del legno, così come alla vita domestica e alla cultura hot rod che ha informato la sua infanzia vissuta in una fattoria nel sud-est della Pennsylvania. Vivendo e lavorando a Los Angeles, l’artista attinge ai paesaggi fisici e concettuali della città, esplorando la potenzialità degli atti vandalici, quali i graffiti, di generare un nuovo sublime pittorico.

Una speciale installazione di Sterling Ruby è inoltre visibile presso la Galleria Doria Pamphilj dal 20 novembre al 19 dicembre 2021.

da 07/12/21 a 05/03/22

PratiBus District

Installazioni di palloncini gonfiabili

da 27/11/21 a 15/01/22

MAC Maja Arte Contemporanea

Personale di Pierre-Yves Le Duc

Nelle dodici tele esposte, in principio è il corpo, ma non la totale vastità della sua esistenza, bensì quella parte più intima ed erotica quale l'organo sessuale femminile.

29/12/21

Visita giocata per bambini e ragazzi con attività ludiche, giochi, ricostruzioni e rielaborazione culturale per immedesimarsi nella vita di gladiatori ed atleti dell’antica Roma, dall’allenamento nelle palestre agli incontri nell’arena ed alle gare nei circhi. Impareremo infine come giocavano e si divertivano i bambini e le bambine nell’antica Roma

28/12/21

Mausoleo di Adriano (Castel Sant'Angelo)

Visita guidata per bambini a “numero chiuso” (max 20 partecipanti).

27/12/21

Basilica di San Pietro in Vaticano

Visita guidata per bambini a “numero chiuso” alla Basilica ed alla Piazza più rappresentativa della Cristianità.

19/12/21

Piazza Navona

Passeggiata prenatalizia per bambini da 4 a 10 anni.

12/12/21

Piazza Navona

Passeggiata prenatalizia per bambini da 4 a 10 anni.

12/12/21

Piazza del Campidoglio

Visita giocata per bambini con strumenti, attività ludiche, giochi, ricostruzioni e rielaborazione culturale per immedesimarsi nei fasti e nelle Feste dell’antica Roma con musica, cori e recite per festeggiare i cortei trionfali degli Imperatori romani.

11/12/21

Musei Vaticani e Cappella Sistina

Visita giocata per famiglie con bambini (4-10 anni) contingentata a numero chiuso (massimo 29 partecipanti tra bambini ed adulti).

10/12/21

Basilica di San Pietro in Vaticano

Visita guidata per bambini a “numero chiuso” alla Basilica ed alla Piazza più rappresentativa della Cristianità.

08/12/21

Visita giocata per bambini e ragazzi con attività ludiche, giochi, ricostruzioni e rielaborazione culturale per immedesimarsi nella vita di gladiatori ed atleti dell’antica Roma, dall’allenamento nelle palestre agli incontri nell’arena ed alle gare nei circhi. Impareremo infine come giocavano e si divertivano i bambini e le bambine nell’antica Roma