RASSEGNA STAMPA

  • RomaToday
  • Corriere.it
  • Error
  • 060608.it > Eventi e spettacoli > Mostre
  • 060608.it > Eventi e spettacoli > Visite guidate e didattica
La Roma di Gianmarco Tognazzi
Attore, figlio del grande Ugo Tognazzi, è tornato a vivere a Velletri per ridare vita alla vecchia casa di famiglia. A Roma...
"Avvertiti all'ultimo, è una vergogna": la rabbia degli inquilini dei magazzini demoliti a Testaccio
Ruspe in azione su stabili per 1500 mq, ma gli affittuari lamentano disagi: "Siamo d'accordo con il progetto ma non è questo...
Coronavirus, un imprenditore romano su quattro rimarrà aperto o ridurrà le ferie
Lo afferma un'indagine della CNA di Roma, Stefano di Niola: "Spero che tutte le istituzioni Governo, Comune e Regione...
Allerta caldo, nel weekend picchi di 40 gradi: attenzione massima per anziani e malati
Gli ultimi giorni del mese sono all'insegna del clima torrido, con afa e umidità che hanno fatto scattare il livello 2 per...
Casal Bertone, cittadini stanchi di aspettare il nuovo mercato: “Elaboriamo una proposta”
La diffusione di un questionario che, una volta compilato, servirà per redigere un documento da sottoporre...
Tmb Rocca Cencia, Ama risponde alle proteste dei cittadini: “Nessun pericolo per la salute”
La replica di Ama agli abitanti del quadrante est di Roma che continuano a protestare per i forti miasmi provenienti ogni...
Borghesiana, flash mob di Azione alla biblioteca di quartiere
L’appuntamento con gli attivisti del partito di Carlo Calenda è fissato per la mattina di sabato alle 9.30 in largo Monreale
Coronavirus a Roma e nel Lazio, il bollettino dei nuovi contagi: i dati del 30 luglio 2021
Dall'inizio dell'epidemia i guariti sono 339.861 e i morti 8.401, su un totale di 357.786 casi esaminati
A Torrita Tiberina nasce Spazio Tevere Point
Nuovi itinerari ciclopedonali ed un’App per scoprirli nel progetto di riqualificazione della Valle del Tevere
L'ex M5s no vax Davide Barillari si punta una pistola al braccio per protestare contro i vaccini
La scena ripresa nell'edificio che ospita la Regione Lazio. Il presidente del consiglio Marco Vincenzi: "L'episodio sarà...
Ponte Marconi, cade nel Tevere: recuperata nel fiume e salvata
La donna, che nel frattempo si era lanciata nelle acque del Tevere, è stata intercettata all'altezza del Ponte della...
VIDEO | "Notti di Cinema a piazza Vittorio", al via la 21esima edizione
Dopo tre anni di stop dovuti ai lavori di riqualificazione dei giardini di piazza Vittorio, torna la kermesse estiva di...
Far west al Trullo, in sella ad uno scooter rincorrono e sparano ad un uomo
I fatti si sono consumati intorno alle 21 circa. I carabinieri, che indagano, lo fanno a bocche cucite non scartando nessuna...
Auand 20 night with the Auanders alla Casa del Jazz
Auand 20 night with the Auanders alla Casa del Jazz | 8 agosto 2021
Max Ionata e Dado Moroni Duo alla Casa del Jazz
Max Ionata e Dado Moroni Duo alla Casa del Jazz | 7 agosto 2021
Ecoambiente ha ottenuto la polizza fideiussoria e potrà avviare l’invaso a 25 chilometri dalla Capitale. I camion porteranno 1.100 tonnellate al giorno di rifiuti romani. Proteste dei residenti
Numeri in crescita ma ancora stabili i tassi di occupazione in area medica e terapia intensiva, lontani da soglie di rischio. Il Lazio, prima regione in linea con le indicazioni della presidente della Commissione europea sulla copertura vaccinale
Sarà denunciato Davide Barillari che ha puntato una pistola (da appurare se vera o falsa) contro il suo braccio nel corso di una conferenza stampa. Zingaretti: «I vaccini stanno salvando il mondo. Le pistole no». La replica: «Nessuna follia. C’è una censura»
Non chiude il camping Sant’Anastasia ma l’ordinanza del sindaco del comune del sud pontino Beniamino Maschietto contiene una serie di rigide prescrizioni per contenere il focolaio
Monitorati dieci laghi nel Lazio in ventisei punti tra il 13 e il 19 luglio. «Scacchi: il ritrovamento di microorganismi di origine fecale indica fogne non depurate e questo dipende da allacci abusivi e insufficienti depuratori»
È quanto emerge dal bollettino del ministero della Salute su domani e domenica. In particolare livello 3, ovvero il massimo, nella Ciociaria. Nella Capitale, a Rieti e Viterbo forse lieve miglioramento fra 48 ore
Sotto osservazione il festival cinematografico che si è appena svolto in Sardegna, ma l’ideatrice Tiziana Rocca smentisce: «Controlli severissimi, in entrata e in uscita»
L’attuale responsabile degli uffici giudiziari di piazzale Clodio aveva chiesto di aspettare l’esito dei ricorsi in Cassazione e per revocazione. E il pg di Firenze Marcello Viola sollecita ora il Csm a riattivare la procedura per nominare un nuovo procuratore
Alcuni passanti hanno notato il marocchino nelle acque intorno alle 3 di notte e hanno dato l’allarme. Il giovane è stato trasportato al San Camillo in prognosi riservata
L’appello dell’assessore Claudio Di Berardino agli studenti in una lettera inviata ai presidi, a 44 giorni dalla ripresa delle lezioni
Il piccolo soffre di epilessia. Ora è in una casa famiglia. Il provvedimento del tribunale dei minori senza aver mai ascoltato Giorgio. «Troppo forte il legame con la genitrice»
Giallo in via di Monserrato. A perdere la vita il filosofo Mario Valente, noto studioso del poeta romano Metastasio. La polizia ipotizza un malore con caduta in strada, ma la moglie sospetta altro: «Qualcuno lo ha seguito e colpito alla testa»
Nessuna amministrazione è mai riuscita nell’opera di integrazione su scala in qualche modo apprezzabile
A piazza del Popolo ha raccolto 1.100 firme (più 3mila in Rete) per querelare Draghi e alcuni virologi, come Burioni e Capua. «Minacciano e insultano chi non vuole vaccinarsi. Intanto il 7 ottobre Conte e Speranza dovranno difendersi in tribunale per il lockdown»
Inaugurata anche una strada che bypassa il centro storico dove è già partita la ricostruzione dell’ospedale. Zingaretti: «L’Alberghiero sarà il più bello d’Italia e forse d’Europa»

RSS Error: A feed could not be found at `https://www.atac.roma.it/function/rss_news.asp`; the status code is `200` and content-type is `text/html; charset=utf-8`

da 30/07/21 a 14/08/21

Villa Ada Savoia

La macchina del tempo interattiva per rivivere tutte le stagioni di Renato Nicolini.

L'esposizione rende omaggio all’assessore alla Cultura che inventò l’Estate Romana. Un nuovo modello di memoria collettiva realizzata attraverso pannelli e stampe, mappe interattive, documentazioni multimediali e ricostruzioni in 3D.

In occasione dell’inaugurazione (30 luglio) si svolge, a partire dalle 19,00, un dibattito in cui si discutono le finalità del progetto e più in generale la relazione sempre più complessa tra nuove tecnologie, cultura e territorio. Partecipano al dibattito Luciano De Bonis, docente di pianificazione territoriale dell’ Università del Molise; Giorgio De Finis, antropologo, artista e curatore indipendente; Francesco Gallo, Ceo della Software house BC Soft Srl di Roma; Marta Leonori, consigliera regionale, presidente del gruppo consiliare del Partito Democratico; Antonio Pavolini, analista dell'industria dei media; Francesca Romana Stabile, docente di Restauro architettonico presso l’Università degli Studi Roma Tre; Camilla De Boni, ricercatrice di Architettura presso l’Università degli Studi Roma Tre;  e Stefano Simoncini, ricercatore di Urbanistica dell’ Università del Molise.

da 11/09/21 a 16/10/21

Matèria

Mostra collettiva di Eduardo Fonseca E Silva & Francisca Valador, Helena Hladilova, Jacopo Pagin, Catherine Parsonage, Amedeo Polazzo. A cura di Ornella Paglialonga.La mostra nasce con l’intento di portare l’attenzione sul carattere “autotelico” dell’opera d’arte, che possiede in sé la finalità ultima o contingente del proprio essere e del proprio accadere. Così il percorso espositivo è pensato per irradiare un’aura enigmatica e seduttiva, in cui ogni lavoro attrae lo spettatore, entrandoci direttamente a contatto senza l’esigenza di definire una tematica particolare.I lavori selezionati da Ornella Paglialonga infatti permettono di rapportarci ad essi in modo fluido e quasi inesplicabile, slegandosi dalle nozioni limitanti spesso utilizzate per rappresentare l'identità dell'opera e del suo ruolo nel mondo.In mostra sei artiste e artisti nati tra la fine degli anni ‘80 e ‘90 che spaziano dalla pittura come Amedeo Polazzo e Jacopo Pagin, al disegno come Catherine Parsonage, alla scultura e l’installazione come Helena Hladilova, all’acquerello come Eduardo Fonseca E Silva & Francisca Valador.La mostra collettiva Manta ray prende il titolo dal lavoro di Catherine Parsonage, presente in mostra, e guida il visitatore attraverso le opere, mostrandone la natura sfuggente con componenti evocative e surreali. Lo spazio di Matèria è, così, invaso da un'atmosfera magica in cui ogni singolo pezzo è accostato all’altro al fine di creare un immaginario a tratti onirico, illeggibile ed evasivo.

da 23/07/21 a 01/08/21

Piazza del Campidoglio

Il progetto Microcredito per Roma Capitale nasce da un’iniziativa della sindaca di Roma, Virginia Raggi, e del presidente ENM, Mario Baccini, che hanno deciso di sostenere le progettualità microfinanziarie e l’economia sociale e di mercato come strumenti per lo sviluppo della Città, specie nel periodo post pandemia. Alla base dell'iniziativa, la creazione di un Fondo per il microcredito, stanziato nel bilancio del Campidoglio, pari a 3 milioni di euro. Il microcredito è, dunque, un volano per l’impresa sul territorio, per la valorizzazione delle eccellenze, per la realizzazione di idee progettuali che vanno dall’ecommerce alla bottega artigiana, al salone di bellezza, alla pizzeria, al bar, alla libreria e a tutte quelle attività che con l’aiuto di un tutor esperto possono diventare un business plane finanziabile e un sogno d’impresa realizzato. Secondo l’indicatore occupazionale dell’ENM per ogni microcredito imprenditoriale vengono impiegate 2,43 risorse, e anche durante il periodo pandemico sono nate imprese, sono state sostenute attività nate da poco o rivitalizzate grazie al fondo di Roma Capitale. Un aiuto concreto per i residenti della Città eterna e non solo. Grazie al progetto sperimentale di microcredito sociale di Roma Capitale, è stato testato un valido aiuto anche per la gestione del menàge familiare: molte persone in questo ultimo anno si sono trovate in difficoltà a causa della depressione economica dovuta all’emergenza sanitaria per cui stipendi, entrate dimezzate, cassaintegrazione e ammortizzatori sociali non sono bastati a far fronte agli impegni. Attraverso i prestiti di microcredito sociale in molti hanno potuto sanare situazioni di difficoltà e dilazionare in modo utile le scadenze. Nella mostra fotografica “Storie di microcredito di Roma Capitale” e nel catalogo ad essa legato sono raccolte alcune delle testimonianze tra le più significative e concrete di romani che hanno utilizzato il microcredito per superare il momento storico difficile e ripartire dopo la pandemia. Lungo il percorso si possono guardare le immagini e ascoltare le storie di Adeline, Romolo, Carlo, Giovanni, Federico, Federica, Stefano, Roberto, Riccardo e Federica. Sono le esperienze di uomini e donne, giovani e meno giovani, che hanno usufruito del microcredito per avviare o sostenere la propria attività o per far fronte agli impegni quotidiani. Il microcredito non ha età, non fa distinzioni, ma supporta tutti coloro che hanno una buona idea o hanno una necessità sostenibile.

Promossa da Roma Capitale, Ente Nazionale per il Microcredito. Mostra e catalogo a cura di Teodoro Fulgione, Emma Evangelista, Wendy Elliott, Ilaria Giudice. Catalogo Gangemi Editore.

È possibile visionare le fotografie e i video della mostra anche online al seguente sito: https://bit.ly/StorieMicrocreditoRoma

da 20/06/21 a 12/09/21

Villa Adriana a Tivoli

Nel corso del suo fecondo percorso artistico Luca Vitone ha sempre fatto della complessa relazione con il luogo l’oggetto della sua ricerca.È ora la volta dell’area archeologica di Villa Adriana, nucleo dell’articolato progetto portato avanti in collaborazione con il MAXXI e l’Istituto autonomo Villa Adriana e Villa d’Este - VILLAE.La mostra si dipana tra gli spazi fluidi del museo, progettato da Zaha Hadid, e la residenza dell’imperatore Adriano a Tivoli in un continuo rimando tra i due luoghi: le opere presentate richiamano e intrecciano tra loro riferimenti culturali, geografici e spaziali creando una connessione, un percorso inedito che il visitatore attraversa non solo fisicamente ma anche creando nuovi immaginari. Fulcro dei progressivi incontri di Vitone con Villa Adriana sono le nove tele esposte al MAXXI che danno il titolo alla mostra: collocate dall’artista in diversi luoghi della Villa e lasciate per mesi in balia degli agenti atmosferici, a cui è totalmente delegato il compito di produrre l’immagine, le grandi tele registrano sulla propria superficie il contatto con l’ambiente circostante e il passaggio del tempo atmosferico e cronologico, facendosi autoritratti di Villa Adriana. La mostra diventa così l’occasione per ripercorrere il multiforme inscriversi di Vitone nella tradizione storica della pittura di paesaggio. Il suo continuo scardinamento delle rappresentazioni codificate dei luoghi è sempre volto a ciò che di inafferrabile li caratterizza. È sin dal 2005 che Vitone si affida alla leggerezza degli agenti naturali per lasciare a diversi luoghi significativi il racconto di cartografie concrete e autonome; ed è dal 2000 che utilizza sostanze edibili o polveri per realizzare dei quasi monocromi in cui il continuo rimando alla complessità culturale dei luoghi si accompagna talvolta alla riflessione sul potere nella società occidentale.

11/09/21

Amal al MAXXIA cura del MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secoloNell'ambito del festival itinerante The Walk - Il Cammino

The Walk - Il Cammino - il più grande Festival itinerante mai realizzato in favore dei diritti dei bambini rifugiati

The Walk è il lungo viaggio che la Piccola Amal, il cui nome in arabo significa speranza, compirà alla ricerca di sua madre. Durante i 4 mesi del suo lungo cammino, la Piccola Amal, una marionetta alta tre metri e mezzo che rappresenta una bambina siriana rifugiata di 9 anni, creata dalla Handspring Puppet Company, partirà dal confine tra Siria e Turchia per arrivare come ultima tappa nel Regno Unito. Tra il 7 ed il 19 settembre, la Piccola Amal sarà accolta in Italia da grandi eventi culturali, spettacoli pubblici ed eventi di comunità in 12 città e piccoli centri. La Piccola Amal rappresenta 34 milioni di bambini rifugiati e sfollati, molti dei quali separati dalle loro famiglie. Il suo messaggio al mondo è “Non dimenticatevi di noi”. La squadra che anima la Piccola Amal è composta da dieci marionettisti, due dei quali hanno un passato da rifugiati e, a loro volta, hanno compiuto il percorso dalla Siria al Regno Unito. La marionetta è realizzata in canna modellata e fibra di carbonio. A Roma la Piccola Amal raggiunge l’11 e il 12 settembre il MAXXI, che per lei ha organizzato una serie di laboratori didattici dedicati ai bambini. A sera si ritrova per un istante nella sua patria perduta: i ricordi della guerra affiorano nelle proiezioni dell'artista siriano Tammam Azzam. La domenica la Piccola Amal verrà accolta dai Teatri India, Torlonia e Argentina che per lei hanno organizzato spettacoli, concerti e una speciale serenata. Infine passeggia per la città, guidata dalla voce dell’artista siriano Omar Abu Saada, uno sguardo inedito su Roma vista attraverso gli occhi di un rifugiato. Mappa del Cammino della Piccola Amal

Le visioni notturne di AmalA cura di The Walk in collaborazione con Tammam Azzam e Finn Ross di Fray StudioLa patria perduta di Amal è sempre viva nei suoi pensieri. I ricordi della guerra riaffiorano e al risveglio le appaiono visioni di casa. Se dovesse seguirle, dove la condurrebbero?Tammam Azzam, uno dei più importanti esponenti siriani delle arti visive, attualmente residente in Germania, dipinge scene della sua patria dilaniata dalla guerra. A Roma i suoi dipinti viscerali e toccanti di edifici siriani distrutti dalla guerra verranno proiettati sugli edifici del centro storico, dando vita a una potente installazione creata in collaborazione con Finn Ross di FRAY Studio.

L’installazione offrirà uno spiraglio sulle visioni notturne di un bambino perseguitato dalla guerra.

da 29/07/21 a 05/09/21

Palazzo Merulana

Mostra bipersonale di Barbara De Vivi e Francesco Pozzatoa cura di Miriam Rejas Del Pino Un dialogo tra le due facce di una moneta che, girando su se stessa, attende in eterno che una delle metà decida le sorti del gioco.

Distruzione e rifiuto sono gli elementi cardine della mostra, che ha ispirato gli artisti nella loro produzione. Il confronto con le icone, miti e eroi del passato può essere una chiave di lettura del presente o, al contrario, portare alla volontà di emanciparsi da ciò che fu. Attraverso le proprie pratiche artistiche e il rapporto col passato, De Vivi e Pozzato riflettono qui su questa pulsione distruttrice in chiave ambigua: spesso volto a eliminare il lascito culturale dei nostri antenati, questa volontà di cancellazione si fa anche portatrice di inattese conseguenze che hanno preservato la memoria di un popolo. Barbara De Vivi mette in relazione racconti e personaggi provenienti da contesti differenti che, grazie alla stratificazione pittorica, coincidono in un medesimo tempo e spazio. Nelle tele esposte, delle azioni sovversive e dissacratorie vengono inscenate dai personaggi raffigurati; fermi in quell'attimo in cui, nel bel mezzo di una convulsa danza collettiva, tentano di danneggiare statue e monumenti della sfera pubblica.

da 12/07/21 a 22/10/21

Istituto Giapponese di Cultura

LA PARATA DEGLI YŌKAI - creature soprannaturali dal Giappone mostra a cura di Yumoto Kōichiin collaborazione con Yumoto Koichi Memorial JAPAN YOKAI MUSEUM (Miyoshi Mononoke Museum)organizzazione generale: Hotta Miki e Maria Cristina Gasperini/Istituto Giapponese di Cultura in Romatesti/comunicazione/traduzione: Maria Cristina GasperiniAllestimento: Akiyama Nobushige

Fate largo, lasciate passare LA PARATA DEGLI YŌKAI: creature soprannaturali dal Giappone –realizzata da The Japan Foundation in itinere mondiale. La mostra, a cura di Yumoto Kōichi, in collaborazione con Yumoto Kōichi Memorial JAPAN YOKAI MUSEUM (Miyoshi Mononoke Museum),presenta la cultura giapponese degli yōkai che arriva ai giorni nostri attraverso dipinti su rotolo e stampe-broccato nishiki-e in primis, per poi traslarsi nei diversi media, come giocattoli o film. Gli yōkai giapponesi appaiono pure in innumerevoli racconti, personaggi ad hoc per esprimere le forze soprannaturali, per provocare sorpresa o incutere timore. Con il passare dei secoli e lo sviluppo della società moderna, gli yōkai sembrano avere perduto l’iniziale allure orrifica a favore di un’immagine più rassicurante. Il Giappone possiede ancora forte tuttavia l’interesse verso i kaidan, racconti di fantasmi e storie del soprannaturale, soprattutto in estate, quando gli yōkai  imperversano in Tv e nei teatri dell’intero paese. LA PARATA DEGLI YŌKAI pone l’accento sulla popolarizzazione dell’universo di mostri-spettri&co, invitando la platea internazionale ad avventurarvisi ed esplorare la profondità dell’immaginario horror del Giappone di tutti i tempi. Il titolo si ispira all’omonimo tema classico dell’iconografia yōkai, il cui più antico esempio giunto fino a noi è il dipinto su rotolo di epoca Muromachi (1336-1573) attribuito a Tosa Mitsunobu.

da 13/07/21 a 04/11/21

Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo

Il mondo salverà la bellezza?Prevenzione e sicurezza per la tutela dei Beni Culturali Ideazione e organizzazione: Centro Europeo Turismo e CulturaCuratela: Vincenzo LemmoLunedì 12 luglio alle ore 17.00 presso il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo il Ministro della Cultura On.le Dario Franceschini inaugura la Mostra dal titolo: “IL MONDO SALVERA’ LA BELLEZZA?” – Prevenzione e sicurezza per la tutela dei Beni Culturali.L’evento è ideato ed organizzato dal Centro Europeo per il Turismo e la Cultura di Roma diretto da Giuseppe Lepore in sinergia con la Direzione Generale Sicurezza del Patrimonio Culturale MIC, il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale ed il Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo diretto da Mariastella Margozzi.In un momento così particolare e delicato, nel quale tutto il mondo si trova a convivere con una pandemia cercando gli strumenti per poter vincere questa “guerra invisibile”, ci è sembrato opportuno mettere in risalto come la bellezza, intesa come il meglio della produzione artistica e spirituale, sembri essere l’unica arma utile a salvare le nostre coscienze e saziare il nostro innato desiderio di bello. In un certo modo oggi sembranecessario che la bellezza salvi il mondo. Ma siamo in grado, noi, di salvaguardare questo prezioso bene? E in che modo mettiamo in sicurezza questo immenso patrimonio, del quale siamo custodi, per poterlo tramandare nel futuro? Rivisitando il concetto, ci chiediamo: il mondo salverà la bellezza?Da questa domanda è nata l’idea di realizzare questa mostra, che vuole essere non solo una esposizione di reperti recuperati dal Comando Tutela Patrimonio Culturale dell'Arma dei Carabinieri diretto dal Generale di Brigata Roberto Riccardi, da anni in prima linea nella difesa dei nostri tesori storico-artistici, ma anche – ed è una novità assoluta, nel panorama delle mostre – la presentazione dei sistemi di prevenzione e salvaguardia adottati dai Musei e dai luoghi della cultura di appartenenza statale con il coordinamento della Direzione Generale Sicurezza del Patrimonio culturale del MiC diretta dalla Dott.ssa Marica Mercalli. L’esposizione è divisa in diverse sezioni, all’interno delle quali il visitatore è accompagnato alla scoperta di storie di recuperi, salvaguardia e tutela presentate in modo narrativo e per immagini. La scelta del materiale esposto, con opere importanti attribuite ad artisti come Brueghel e Veronese e affascinanti reperti come un frammento dell’obelisco collocato a Montecitorio, frutto del lavoro svolto dal Comando TPC dell’Arma dei Carabinieri, rispecchia proprio quest’idea di percorso narrativo. Una sezione è quindi dedicata al recupero dei Beni Culturali e alle indagini che hanno permesso la restituzione di oggetti illegalmente sottratti e la loro successiva messa in sicurezza. Salvare l’arte vuol dire anche salvare l’integrità del nostro “tesoro”, non permettendone l’uscita dai confini nazionali. Questo difficile lavoro viene svolto con costante impegno dagli Uffici Esportazioni del MiC che, in stretta collaborazione con l’Arma dei Carabinieri, controllano il movimento e la compravendita di oggetti d’arte, impedendo una tragica emorragia culturale.   Forte è anche la volontà dell’esposizione di rendere fruibili per tutti le storie e il messaggio di speranza: il percorso sarà infatti arricchito da pannelli e didascalie in scrittura braille e da riproduzioni in rilievo delle opere per i non vedenti. Analizzando i diversi aspetti presentati nella mostra, si può concludere che il mondo, la nostra società civile, salverà la bellezza contenuta nei beni dell’arte e della cultura, simboli della nostra identità.

da 01/12/21 a 15/12/21

Marzio Zorio con testi di Ilaria Peretti presenta un’installazione sonora e partecipativa intesa come un’investigazione sulla scrittura e sul valore comunitario di cui è portatrice

L’opera si configura come un sistema attraverso il quale investigare la scrittura. In particolare, indaga il destino del testo – traccia sviluppata nelle dimensioni spaziali del piano, manipolato e trasmesso indipendentemente dal contesto che lo ha prodotto – attraverso la partecipazione diretta dei visitatori e delle visitatrici.

da 16/11/21 a 30/11/21

Sabrina Mezzaqui, proposta dalla Galleria Continua, espone l’opera nata all’interno di un lavoro collettivo

Con Bianco naturale l’artista porta nella Sala Santa Rita il manufatto collettivo nato all’interno del laboratorio “Meditazione delle mani. Ciò che ci rende umani” tenuto a Cesena nel 2016.

da 14/07/21 a 10/10/21

Galleria d'Arte Moderna di Roma Capitale

Nell’ambito del progetto espositivo "From La Biennale di Venezia & Open to Rome. International Perspectives"

Il progetto espositivo generale “From La Biennale di Venezia & Open to Rome. International Perspectives", attivato nel 2016 dalla Sovrintendenza Capitolina in collaborazione con PDG Arte Communications, con la cura di Claudio Crescentini e Paolo De Grandis, è dedicato alla presentazione negli spazi espositivi capitolini di alcune mostre/installazioni internazionali provenienti dall’Esposizione Internazionale d’Arte – La Biennale di Venezia e da OPEN Esposizione Internazionale di Sculture ed Installazioni, collegato alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, ricomposte e rimodellate site-specific appositamente per la capitale. Lo scopo è quello di fare convergere insieme le “prospettive” d’arte di due città che lavorano per far viaggiare le esperienze dell’arte internazionale sul territorio nazionale. Dalla città lagunare, appunto, alla capitale.

Il nono appuntamento è dedicato a Carole A. Feuerman, scultrice riconosciuta a livello internazionale come uno dei massimi esponenti dell'iperrealismo americano. “La regina del super-realismo”, così definita dallo storico dell’arte John Spike. Per la Galleria d'Arte Moderna la Feuerman presenta alcune sculture caratterizzate dalla sua più nota cifra stilistica in resina colorata e alcune opere più recenti in bronzo e foglia d’oro. I soggetti cari all’artista e che hanno contraddistinto fin dagli anni ’80 il suo percorso espressivo sono nuotatrici, bagnanti dall’afflato poetico colte nell’attimo di una quiete sospesa e poi ancora figure atletiche ritratte nell’atto di maggiore tensione fisica fino agli ultimi tributi ai grandi classici come “The Thinker”, perfettamente messi in parallelo e confronto con la struttura architettonica dell’antico monastero settecentesco che attualmente ospita gli spazi espositivi della GAM. La mostra é arricchita e completata anche da due recenti sculture collocate nel suggestivo spazio della Terrazza del Pincio, Strength e Fire & Harmony, in bronzo e foglia d’oro, visibili fino al 21 settembre 2021, e appositamente selezionate dall'artista nel tentativo di confrontare il sinuoso movimento delle sue bagnanti con la rarefazione del panorama capitolino. Interprete dell’eccellenza del corpo femminile, Carole A. Feuerman evoca, attraverso un rinato candore, gli anni della sua infanzia passati a Long Island così come la sua fascinazione per l’acqua e il nuoto. Le sue nuotatrici nella loro grazia e perfezione contemporanea mutuano dal passato la forza della bellezza e conservano la proporzione della grande scultura classica e bene si armonizzano con gli spazi ex-claustrali della GAM creando un'atmosfera quasi irreale e fuori dal tempo. Bibi on the Ball e Monumental Brooke with beach ball sono opere empatiche di un’immediatezza estetico-sensibile che avvicinano e che attivano un dialogo diretto con i propri fruitori. Diversamente, le opere di bronzo brunito di un rinnovato vigore materico sono contraddistinte da contrappunti stilistici dati dall’utilizzo della foglia d’oro.   Carole A. Feuerman vive a New York e in Florida e ha studi sia a Manhattan che in Jersey City. È riconosciuta, insieme a Duane Hanson e John D’Andrea, come uno dei tre maggiori scultori iperrealisti americani che hanno iniziato il movimento negli anni Settanta. Ha insegnato, tenuto conferenze e workshop al Metropolitan Museum of Art, al Solomon Guggenheim Museum, alla Columbia University e Grounds for Sculpture. Nel 2011 ha fondato la Carole A. Feuerman Sculpture Foundation. Il suo lavoro è stato incluso in An American Odyssey 1945-1980 con i più importanti artisti del secondo dopoguerra americano. Le sue opere sono esposte nei più prestigiosi musei del mondo: Metropolitan Museum of Art, The State Hermitage, The Fort Lauderdale Museum of Art, The Bass Museum, The Boca Ratum Museum e nella Forbes Magazine Art Collection. La sua arte è inclusa nelle collezioni del Presidente e Senatore Hillary Rodham Clinton, della Frederic R. Weisman Art Foundation, del Dr. Henry Kissinger, della Michael Gorbaciov Art Foundation, della Malcolm Forbes Magazine Collection e dello State Hermitage in Russia. I premi selezionati da Feuerman includono il Best in Show alla Terza Biennale Internazionale d’Arte di Pechino, Pechino, CN, il premio Lorenzo De Magnifico 2001 per la Biennale Internazionale: Dell’Arte Contemporanea a Firenze, Italia, il Premio d’Onore nel 2002 per l’Ausstellungszentrum Heft a Huttenberg, Austria, e il Premio Medici assegnato dal Comune di Firenze.

da 01/11/21 a 15/11/21

Il lavoro di Aurelio Di Virgilio si inserisce all’interno di Sala Santa Rita con una performance site-specific focalizzata sull’incontro con l’altro

Il momento in cui due individui entrano in contatto, quell’istante che dà inizio al processo di trasformazione reciproca, viene dilatato per poter osservare le dinamiche e gli stati d’animo che lo accompagnano.

da 16/10/21 a 31/10/21

Progetto di Marco De Rosa a cura di Valentina Muzi. Il linguaggio della sound-art si lega a un elemento “banale” che anima le vie dei quartieri della Capitale

L’installazione sonora fa da trait d’union tra i codici linguistici dell’arte contemporanea, la sfera popolare e l’elemento “banale” che anima, ancora oggi, le vie dei quartieri della Capitale, mentre l’architettura dell’ex-Chiesa Santa Rita fa da ‘cassa di risonanza’ avvolgendo il pubblico e conducendolo all’interno di un percorso esperienziale.

da 01/10/21 a 15/10/21

Progetto di Jacopo Belloni, Beatrice Favaretto, Giorgia Garzilli, Diego Gualandris, Pietro Librizzi una performance articolata come una visita guidata

Dalla storia travagliata dell’ex chiesa, è nato il progetto che trasforma lo spazio architettonico in un organismo senziente e mutante. Una installazione realizzata con materiali commestibili e una serie di performance – visite guidate (previo appuntamento) coinvolgeranno i visitatori e le visitatrici in una dimensione plurisensoriale e iperrealistica.

da 16/08/21 a 30/08/21

Performance di Letizia Scalpello legata all'usanza ebraica di pulire la casa nel periodo della Pesach

La performance si configura in un rituale che unisce l’aspetto pratico a quello spirituale, prendendo spunto dalle “pulizie di primavera” che tradizionalmente portano a ripulire gli spazi quotidiani con l’avvento della bella stagione e che derivano dall’usanza ebraica di pulire la casa in corrispondenza della Pesach.

01/08/21

Passeggiata del Gianicolo

Passeggiata serale nella storia di Roma, nei luoghi della Resistenza garibaldina del 1849.

01/08/21

Piazza Campo de' Fiori, Piazza Navona

Visita guidata  degli scavi ipogei dello Stadio di Domiziano e dei resti dell’Odeon e del Teatro di Pompeo.

06/08/21

Campidoglio

Passeggiata per famiglie con bambini e ragazzi dal Campidoglio alla Valle del Colosseo.

01/08/21

Piazza Navona

Divertente visita guidata per famiglie con bambini e ragazzi.

25/09/21

Un viaggio nel cuore della Roma Antica, alla scoperta dei luoghi, dei monumenti e delle storie dei grandi protagonisti della Roma Imperiale. Con l'ausilio dei visori 3D visiteremo il Colosseo, il Ludus Magnus, il Foro di Augusto e il Foro di Traiano, con ricostruzioni virtuali che ci riporteranno indietro nel tempo. Un'esperienza tutta da vivere a 360°.

11/09/21

Un viaggio nel cuore della Roma Antica, alla scoperta dei luoghi, dei monumenti e delle storie dei grandi protagonisti della Roma Imperiale. Con l'ausilio dei visori 3D visiteremo il Colosseo, il Ludus Magnus, il Foro di Augusto e il Foro di Traiano, con ricostruzioni virtuali che ci riporteranno indietro nel tempo. Un'esperienza tutta da vivere a 360°.

04/09/21

Vi racconto ... la Festa de Noantri Noi di CamminArte, vogliamo cercare di far rivivere, almeno per il tempo di una serata, le antiche tradizioni che ancora oggi rendono celebre uno dei più antichi quartieri di Roma, proponendo una passeggiata per le strade di Trastevere alla scoperta non solo dei suoi monumenti più celebri e dei suoi personaggi più illustri, ma soprattutto della storia della Festa de Noantri e delle sue osterie, che hanno visto passare per i loro tavoli quella commedia umana che è l'essenza stessa della romanità con la sua carica di giovialità e generosità.

28/08/21

Antico Ghetto ebraico

Tra i quartieri più caratteristici e suggestivi della città, il quartiere ebraico offre scorci architettonici di notevole suggestione e spunti di riflessione e conoscenza relativi alla storia e alle tradizioni di una comunità così intimamente legata alla nostra città. Dal Portico d’Ottavia alla Sinagoga, un viaggio nella storia tra la città di Roma e la comunità ebraica.

21/08/21

Mausoleo di Adriano (Castel Sant'Angelo), Piazza Navona

Nella Roma a cavallo tra ‘500 e ‘600 spiccano cinque personaggi protagonisti delle cronache dell’epoca: Lucrezia Borgia, Beatrice Cenci, Donna Olimpia Maidalchini, Cristina di Svezia e Papa Alessandro VI Borgia. Il racconto delle loro vicende travagliate, fatte di giochi di potere, di ambizioni sfrenate, condotte private ai limiti della moralità e destini a volte tragici ci condurranno attraverso i luoghi che li videro protagonisti, in una emozionante passeggiata da Piazza Navona a Castel Sant’Angelo.

15/08/21

Gianicolo

Un viaggio dalla chiesa di San Pietro in Montorio, dove è custodito, quasi nascosto, uno dei massimi esempi dell’architettura rinascimentale: il celebrato Tempietto del Bramante, capolavoro del grande architetto urbinate, fino presso il “Fontanone”, nome con cui la tradizione popolare ha ribattezzato la mostra dell’Acqua Paola, per arrivare al grande parco pubblico del Gianicolo. Un percorso tra Rinascimento e Risorgimento, che vide protagonisti pontefici, architetti, Giuseppe Garibaldi e le celebri vicende dei Mille. Tutto questo nell’ambito di un contesto naturalistico e scenografico di particolare suggestione al chiaro di luna.

14/08/21

Piazza del Campidoglio, Piazza Farnese

Una passeggiata romana da Piazza del Campidoglio fino a Piazza Farnese, che vede come protagonista il Rinascimento romano, una grandiosa opportunità per conoscere i nomi, le storie, le tradizioni che hanno hanno reso celebri i rioni Campitelli e Regola.Numerose sono le tracce lasciate dagli artisti e gli architetti del Cinquecento, per le vie di Roma. Piazze, fontane, strade sono molto spesso il risultato di un lungo lavoro di progettazione, per i numerosi interventi di risistemazione voluti dai pontefici, nel corso dei secoli. Proprio il Rinascimento fu il momento centrale di questi cantieri aperti per volere dei Papi e consegnati nelle mani delle grandi maestranze.

31/07/21

Si riscoprirà la luce del tramonto di Roma nel Centro Storico che mezzo mondo ci invidia. Verranno fornite semplici informazioni per facilitare lo scatto di foto simili a quelle professionali; lo scopo del workshop tour sarà vedere come immortalare con le migliori inquadrature. Si farà un tour dove la luce esalta ogni mattone o valorizza marmi e scavi mentre la guida rievoca il passato e ricostruisce templi, piazze e edifici.

04/08/21

Museo di Roma in Trastevere

Proseguono online sulla piattaforma Google Suite i tradizionali appuntamenti dedicati ai possessori della MiC Card, e non solo.

Appuntamento con le curatrici del Museo per un "taster tour" virtuale attraverso le opere e gli oggetti delle collezioni del museo, dagli acquerelli di Ettore Roesler Franz al mondo di Trilussa, scelti e approfonditi attraverso l’interazione con il pubblico. A cura di Silvia Telmon

31/08/21

Galleria d'Arte Moderna di Roma Capitale

Tornano gli appuntamenti di approfondimento di "aMICi" in presenza nei musei. Incontri con i curatori dedicati ai possessori della MiC Card.

Un altro focus sulla mostra "Ciao Maschio. Volto potere e identità dell'uomo contemporaneo" e in particolare sulla sezione tematica dedicata al "Culto del corpo ed etica dello sport", nella quale si analizza la ricerca iconografica sul corpo maschile lungo tutto il Novecento e fino ai giorni nostri. Il mito della forza, del coraggio e della virilità, così come pure la rappresentazione eroica del lavoratore e dello sportivo, sono cambiati in relazione ai diversi contesti politici e culturali. La perfezione del corpo, per certi aspetti erede della statuaria classica, è una fondamentale chiave di lettura del nostro tempo, nel quale avere il corpo "giusto" è spesso sinonimo di accettazione e riconoscimento sociale. Oggi come ieri i divi dello sport, del cinema e della TV definiscono una "norma" con la quale anche gli artisti si confrontano, ora assecondandola ora sottoponendola a una critica aspra e irriverente. A cura di Daniela Vasta